L’oracolo della Triade, un gioco intuitivo è molto potente

Se chiedete a un indovino dei suoi oracoli e dei suoi tarocchi, può citare l’oracolo della Triade. La sua interpretazione non è così semplice, in quanto richiede una perfetta padronanza delle lame. In questo file, zoomeremo su questo gioco di carte.

Un gioco complesso

L’oracolo della Triade è composto da 57 lame, il che spiega la sua complessità. Nonostante ciò, molti indovini si mettono in gioco e molto rapidamente questo gioco diventa il numero uno nel campo degli oracoli della predizione e della tarologia. Per quanto riguarda la precisione, questo gioco non manca di precisione: dà una datazione degli eventi. Per farlo, Dominike Duplaa, il suo creatore, ha associato una lama a una stagione precisa. Quando avrete le lame, allora, potrete avere il massimo delle informazioni, ma dovrete capirle bene.

Le origini dell’oracolo della Triade

È grazie a Dominike Duplaa che abbiamo ottenuto questo oracolo. È stata la sua sete di conoscenza che lo ha portato fin da piccolo a tuffarsi nei libri e ad interessarsi ai fenomeni metafisici. In combinazione con i suoi poteri di chiaroveggenza, crea un gioco di carte che offre un’interpretazione più accurata del futuro. Qui è nato l’oracolo della Triade, e Dominike Duplaa ci ha messo diversi anni. Per questa concezione ha studiato diversi campi tra cui il cristianesimo, l’astrologia, l’antichità, l’alchimia, la massoneria, la numerologia, la cabala, l’ebraismo, i trattati di magia e la psicologia.

Possibili stampe nell’oracolo della Triade

Quando si ha una domanda specifica, è preferibile fare un cross-draw con quattro carte posizionate nei quattro punti cardinali. Una quinta carta viene posta al centro e questa corrisponde alla risposta. L’oracolo della Triade può anche disegnare un triangolo con quattro carte, e l’ultima è la risposta. Per questo gioco, il creatore raccomanda in particolare il disegno della triade. Per questo, devono essere estratte 12 carte, le prime tre delle quali si riferiscono al consulente, le successive tre al contesto, le tre secondo il consiglio e le ultime tre alla soluzione. Indipendentemente dal tipo di estrazione scelta, l’indovino deve seguire il suo intuito e raddoppiare la sua concentrazione.

Nel 1992 è stata completata l’attuazione dell’oracolo della Triade. Il suo designer lo ha presentato come « uno specchio in cui si riflette l’anima, alla ricerca di spiritualità e di sviluppo personale ». Continua la spiegazione con il nome. La « Triade » si riferisce al numero tre, che è un numero mistico.

Cos’è il Tarocco dei Maghi: presentazione e particolarità
Come funziona un tarocco divinatorio?